giovedì 29 marzo 2018

LO STRUSCIO A TOLEDO

 Nella settimana santa, che ha inizio con la domenica delle Palme e termina con il sabato santo, sono tanti gli eventi religiosi che celebrano la passione, morte e risurrezione di Cristo. Questi eventi sono universalmente celebrati in tutte le culture cristiane, ma spesso sono affiancati da usi e tradizioni locali, che ben mescolano la religione con il folklore, senza che però l'una prevalga sull'altro. 
A Napoli c'è una tradizione che nasce nel 1700 e che ancora oggi si rispetta, seppure con qualche appunto moderno: sto parlando dello 'struscio' pronunciato con l'accento sulla u. 
Lo struscio è una lunga passeggiata per i negozi (ovvero lo shopping), intervallato da almeno tre soste in tre chiese diverse, in pratica il giovedì santo ci si dedica ai sepolcri cioè si visitano un numero dispari di chiese (minimo 3) e tra una visita e l'altra si passeggia, si sosta a degustare un caffè con la sfogliatella e si fa shopping rigorosamente in compagnia. Verso sera si conclude lo struscio in pizzeria a consumare una deliziosa pizza, come quella che vedete raffigurata nella foto, che è di Gino Sorbillo, a mio parere uno dei migliori pizzaioli napoletani. 
Questa tradizione è in uso in tutta la provincia, ma ha origine a Napoli in via Toledo che è una delle più grandi arterie del centro storico, lunga circa 1200 metri, e quasi esclusivamente ad uso pedonale. La storia narra che nel 1700 fu imposto il divieto di transito con cavalli e carrozze in via Toledo, durante la settimana santa. Allora, essendo una strada affollata, si camminava molto vicini e con passi che sembravano più uno strusciare i piedi per terra che il semplice camminare, inoltre quella era l'occasione per molti per fare sfoggio di vestiti nuovi. Da qui l'espressione 'o struscio a Tuledo' per indicare quando una persona si pavoneggia allo scopo di farsi notare camminando per strada. Oggi via Toledo è una delle strade più belle di Napoli, viene definita il salotto buono della città ed è meta per molti di shopping (che noi donne amiamo) e non solo il giovedì santo. Però per molti napoletani lo struscio con pizza serale è un culto che va rispettato e noi, ben volentieri, rispettiamo. 

Nessun commento:

Posta un commento

FOCACCIA TRAMEZZINO

500 gr farina 500 ml Latte scremato 70 ml Olio di mais 1 Lievito Di Birra 20 gr di sale In una ciotola mescolare latte, olio e liev...