martedì 29 gennaio 2013

PER LEGGITTIMA DIFESA

Torna Tommaso Farina,
il giornalista enogastronomico che racconta il gusto ed il piacere con gusto e piacere, senza influenze sponsorizzanti, fuori dalle mode conformiste e conforme solo a ciò che esprimono i fatti, quelli veri e veritieri.
Insomma il Grillo del web che sposa la politica delle stelle, ma solo quelle del mondo enogastronomico.
http://www.tommasofarina.com/2013/personale/1553/per-legittima-difesa

Per legittima difesa

Ci metto la faccia
E allora, dopo ormai qualche anno di silenzio, rieccomi qui.
Devo riprendere a scrivere qui. Non posso non farlo.
Non posso restare con la penna in mano e il calamaio disseccato.
Riprendo a bloggare per legittima difesa. Ci deve essere ancora posto per un giornalista, nella blogosfera.
Vedete, il mestiere del giornalista è un poco fuori moda. Il giornalista dovrebbe stare nella carta stampata. Dicono.
I giornalisti che bloggano non vanno di moda, appunto. Io non seguo la moda neanche nel vestire. Chi mi conosce sa che prediligo uno stile estremamente classico, quello che alcuni definiscono “elegante”. Le scarpe sneakers, le pettinature giovaniloidi, lo stile spettinato e frizzante (o presunto tale) lo lascio ad alcuni di quelli che nel mondo blog sono venuti alla ribalta. Correttezza dell’informazione? E’ demandata al singolo. E molti, nel mondo del blog (ma anche in quello del giornalismo, ed è ciò che preoccupa), preferiscono la pseudo informazione. L’inciucio tra giornalismo, sponsorizzazione, ufficio stampa quando non spudorata pubblicità vera e propria, si è metastatizzato su larghe fasce di blogosfera.
Mi sono detto: se questo mondo di, per chiamarli col loro nome, marchettari, prospera, perché devo tacere io? Il modo migliore per esprimere la propria logica è propugnarla coi fatti, non solo con alti o bassi lai. Quindi, voglio riprendere a fare onestamente informazione gastronomica su questo blog. Raccontando, semplicemente, quel che più mi piace. O che mi dispiace, a seconda.
Facendo questo, però, voglio nel contempo spezzare una lancia per molti blogger non marchettizzati (la maggioranza, ma come sempre le minoranze organizzate sono più chiassose delle maggioranze oneste) che tuttora tengono banco. Alcuni li vedete linkati lì, in basso a destra. Molti altri non li ho inseriti in lista per semplice distrazione, credo che li aggiungerò via via che li rimembrerò. A loro va la mia stima più sincera, per il piccolo (anzi, nemmeno troppo piccolo) ruolo che ricoprono nel rendere il web un posto tutto sommato meritevole di frequentazione.

Nessun commento:

Posta un commento

CHERRY PIE di Dale Cooper

Twin Peaks, il ritorno Il grande ritorno della creatura di David Lynch e Mark Frost è stato lanciato così, con poco indizi che hanno scombu...