venerdì 17 maggio 2013

ASTERIX RAMSAY e OBELIX CANNAVACCIUOLO



Antonino Canavacciulo è forse convincente e ha certamente il fisique du role per entrare nelle cucine disastrate e rimettere in riga ristoratori indolenti e cuochi incapaci, però ci costringe al confronto, obbligato, con il mitico Ramsay.
Il programma, nonostante quanto annunciato, è la copia carbone di quello originale.
Filmato introduttivo, lacrime dei protagonisti, critica del menù troppo ampio, assaggio e conseguente sputacchio (qui c'è un pò di Bastianich che non guasta mai), direttore di sala ex cuoco demotivato, cuoco incapace, conti in profondo rosso, servizio serale fallimentare, ispezione cucina e dispensa con insetti e topo(altrimenti che cucina da incubo sarà mai), riassetto delle competenze, pacca sulla spalla, nuovo menù (col coppapasta di rigore), restyling, riapertura, successo, abbraccio commosso fra i protagonisti, ciao me ne vado, Adios.

Dunque la differenza tra le puntate di Cucine da Incubo e kitchen Nighthmares è data dalla personalità dei protagonisti e la differenza c'è, Ramsay eternamente incazzato, duro-Cannavacciuolo mite mediatore che risolve tutto con un vabbuò, insomma la versione gastronomica di Obelix e Asterix.

CHERRY PIE di Dale Cooper

Twin Peaks, il ritorno Il grande ritorno della creatura di David Lynch e Mark Frost è stato lanciato così, con poco indizi che hanno scombu...