venerdì 17 maggio 2013

SONO CASALINGA E ME NE VANTO

Allora, leggo che la signora Boldrini avrebbe stigmatizzato la professione di casalinga.
Io sono una casalinga.
Atipica, certo, perché  scrivo anche. Non posso  fregiarmi del titolo di giornalista ma, come dire, il mestiere che faccio è questo anche se non riconosciuto.
Ho due lavori e sapete perché?
Perché i mestieri di casa me li faccio da sola. Cucino pure.
Non lo trovo una cosa disdicevole. Faticosa sì, disdicevole non direi proprio.
Sono oltretutto mamma di due figli un cane e una tartaruga e me li curo da sola. Non ho nonne o tate ai miei piedi e nemmeno pet-sitter. La casalinga fa anche questo: si prende cura della prole e gestisce come una segretaria gli impegni della famiglia. Scarrozza pure.
La domanda è: perché dovrebbe essere negativo il modello della casalinga?
Forse la signora Boldrini ha in mente casalinghe nullafacenti.
Ci sono. Le conosco anche io. Ma diciamo che non sono proprio il modello di casalinga per nessuno.
E quand'anche una donna si occupasse esclusivamente del marito e della casa, stile signora Maigret per intenderci, e lo facesse con impegno e passione, sarebbe da ammirare.
Signora Boldrini, lei mi è simpatica, l'ammiro pure come politica, ma la invito a non stigmatizzare il suo popolo, quello delle donne che come tutte le classi umane comprende casalinghe valide e casalinghe zoccole atte a spendere i soldi dei mariti coglioni, donne lavoratrici dedite al lavoro ed alla famiglia con equo impegno e donne lavoratrici dedite solo a se stesse ed al benessere personale che si fanno scudo del lavoro ma non hanno alcuna utilità familiare e sociale, se non quella di spendersi il proprio stipendio in trucchi e parrucchi. Insomma la scelta è ampia e ridurre il ruolo delle donne a due modelli "casalinghe e donne seminude" lo trovo alquanto esemplificativo e anche un pò razzista, soprattutto se ad affermarlo è una donna come lei alla quale a questo punto chiedo, in quale modello si identifica?
Credo che non sappia rispondermi pertanto si occupi di migliorare le sorti del nostro paese e lasci perdere facezie da supermercato.

PACCHERI CON PATATE COZZE E PROVOLA

2 kg di cozze, 3 patate medie (circa 150 gr ciascuna) , aglio, olio evo, sale, pepe, prezzemolo, 250 gr di provola tritata o gratt...