giovedì 2 febbraio 2017

TANTI AUGURI MADDALENA.....15 settembre 2013


Mariposa è una fata farfalla (mariposa in spagnolo vuol dire appunto farfalla), amica di Elina, che vive nella terra di Fluttelfield, governata dalla regina Marabella. Non ama le feste, preferisce piuttosto restare in solitudine e leggere il suo libro preferito e sa orientarsi seguendo la costellazione del Sagittario.

Una sera incontra il principe Carlos, che all'inizio si presenta come Andreius ma poi svela il suo vero nome a Mariposa perché ha bisogno del suo aiuto: la regina è stata avvelenata con il lilios, un veleno che tutti credono che non esista. Il principe viene imprigionato nel castello per la sua stessa protezione. Mariposa, che intanto lavora per due fate, grazie alla mappa del principe, riesce a convincere le due fate vanitose a partire per cercare l'antidoto per salvare la regina. Bisogna però far presto perché se la regina dovesse morire le luci che circondano il regno si spegneranno e tutte le fate farfalle verranno divorate da dei mostri chiamati Schizal.

Intanto Willa, amica di Mariposa, riesce a liberare il principe e insieme scoprono che ad avvelenare la regina è stata Henna, la consigliera della regina ed alleata dei mostri. Intanto le tre fate, soprattutto grazie all'aiuto di una simpatica coniglietta volante, arrivano alla grotta di cristallo, sorvegliata da una fatina che permetterà ad una di loro di prendere l'antidoto: tocca a Mariposa che seguendo il Sagittario riesce a trovare l'antidoto nascosto in una stella. Tornata nel suo regno, sconfitta Henna e salvata la regina, Mariposa e le sue amiche vengono premiate dalla stessa regina e Mariposa riesce ad adattarsi in quel mondo che prima rifiutava.



Torta millefoglie con crema ganache al cioccolato al latte e ganache al cioccolato bianco, decorazioni in pasta di zucchero dipinte a mano, bambolina vestita con pasta di zucchero e tinteggiatura capelli con colorante alimentare.
Peso 3 kg. 
dimensioni vassoio 55x60.
Per le basi ho utilizzato 6 rotoli di pasta sfoglia e dai ritagli ne ho ricavato dei biscotti.
Per la crema ganache bianca ho utilizzato 400 gr di cioccolato bianco con 400 ml di panna.
Per la ganache al cioccolato al latte 400 gr di cioccolato al latte con 400 ml di panna.
La restante panna tratta dal litro l'ho montata e l'ho utilizzata come collante per la pasta di zucchero, la restante l'ha mangiata Ciro a cucchiai (se lo può permettere).
Per le decorazioni ho utilizzato un panetto di pasta di zucchero viola da 250 gr. mezzo panetto rosa ed i vari coloranti per dipingere.
Per il bordo esterno ho utilizzato i ritagli di pasta sfoglia sbriciolati.




CHERRY PIE di Dale Cooper

Twin Peaks, il ritorno Il grande ritorno della creatura di David Lynch e Mark Frost è stato lanciato così, con poco indizi che hanno scombu...