mercoledì 2 ottobre 2013

I DIECI FILM MIGLIORI

Ora parliamo di cinema, e dedichiamo la nostra attenzione sui migliori 10 titoli che secondo il nostro appassionato giudizio sono degni di menzione nel periodo della nostra vita: gli anni 70, 80 e 90.

Al decimo posto GLI INTOCCABILI DI BRIAN DE PALMA, uscito nel 1987, un film che narra di come l’FBI riuscì ad incastrare e ad imprigionare il boss della malavita di Chicago Al Capone. Diretto con piglio sicuro da Brian de Palma ed interpretato magistralmente da uno stuolo di attori fantastici come Kevin Costner, Andy Garcia, Sean Connery e nella parte di Al Capone da un grande Robert de Niro. Il film si avvale della colonna sonora del maestro Ennio Morricone che con le sue musiche ritmate rende efficaci le incalzanti scene di azione.

Gli Intoccabili piace perché e’ un film godibile, sincero, mai banale, un film di genere ma d’autore, da vedere.

Al nono posto GUERRE STELLARI DI GEORGE LUCAS uscito nel 1977 è sicuramente il film che ha riscritto la fantascienza al cinema. Recitato da attori semisconosciuti all’epoca come Harrison Ford, Mark Hammil, Carrie Fisher, si avvale però di alcuni dei migliori attori britannici nelle parti più caratterizzanti, come per esempio Alec Guiness e Peter Cushing. Il film riunisce un’insieme di generi, da quello avventuroso a quello cappa e spada, dal western al fantasy, insomma un bel cocktail servito dalla regia di un abilissimo George Lucas. Film che ha fatto epoca, progenitore di altri ( per il momento) 5 film, con effetti speciali mirabolanti e la colonna sonora di John Williams famosissima, insomma un film che ha fatto scuola.

All’ottavo posto LO SQUALO DI STEVEN SPIELBERG uscito nel 1975, e’ il primo successo cinematografico di quel re Mida di Hollywood che risponde al nome di Steven Spielberg. Recitato magistralmente da Roy Scheider, Richard Dreyfuss e Robert Shaw, si avvale della colonna sonora scritta dal mitico John Williams. Il vero protagonista del film è naturalmente lo squalo, vera icona, metafora dell’ignoto, che fa paura ad ognuno di noi, un film con un ritmo incalzante che scena dopo scena rende lo spettatore partecipe di un dramma, quasi un horror. Per noi resta il miglior film di Spielberg e ancora adesso dopo tutti questi anni ci mette ancora angoscia.

Al settimo posto NOVECENTO DI BERNARDO BERTOLUCCI. uscito nel 1976 in due parti, e’ un grande affresco sull’Italia del secolo scorso, e percorre la vita di due ragazzi amici dalla nascita ma separati dal loro ceto sociale, interpretati da Robert de Niro e Gerard Depardieu. Il film si avvale della presenza di un gran numero di attori tra i quali segnaliamo Burt Lancaster, Dominique Sanda e Donald Sutherland . E’ considerato un pilastro della cinematografia italiana e mondiale, un kolossal diretto da quel maestro italiano Bertolucci autore di altri famosi e controversi film. Film epico grandioso. Le musiche sono di Ennio Morricone.

Al sesto posto PHILADELPHIA DI JONATHAN DEMME uscito nel 1993 tratta di un tema molto attuale: quello dell’AIDS e i pregiudizi che tale malattia genera. Il film girato in maniera delicata e coinvolgente offre allo spettatore molti spunti per cambiare il proprio punto di vista sulla omosessualità. Recitato da uno stuolo di attori bravissimi quali Jason Robards, Antonio Banderas e Denzel Washington. Una menzione a parte merita l’attore principale del film: Tom Hanks, semplicemente mostruoso. La sua interpretazione da premio Oscar rende il suo personaggio, un avvocato rampante omosessuale ammalato di AIDS, credibile e dignitoso, mitica la scena in cui ascolta, ormai morente, la musica di un’aria della Turandot di Puccini. Famosissime le musiche di apertura e chiusura del film scritte rispettivamente da Bruce Springsteen e Neil Young

Al quinto posto APOCALYPSE NOW DI FRANCIS FORD COPPOLA uscito nel 1979, è un film sul Vietnam e sull’inutilità della guerra, recitato da Martin Sheen, Robert Duvall, Dennis Hopper si avvale negli ultimi minuti della interpretazione assolutamente “MOSTRUOSA” di Marlon Brando. Il film girato quasi interamente nella giungla, e’ una metafora sul sogno infranto dell’America, sull’illusione del mito americano vittorioso in ogni guerra qui spazzato via dai vietcong e dalla natura stessa. Le scene finali sono da antologia con l’incontro tra Sheen e Brando. Le musiche integrate dalle canzoni anni sessanta tra le quali la celebre THE END dei Doors, si fondono alla perfezione nel dare al film un’atmosfera di morte e catastrofe imminente. Mitico.

Al quarto posto GIU’ LA TESTA DI SERGIO LEONE uscito nel 1971 e’ considerato il film piu’ spettacolare della cinematografia italiana. Ultimo western girato da Sergio Leone, doveva chiamarsi C’era una volta la rivoluzione, ma per motivi di produzione americana il titolo fu cambiato. Attori anglosassoni fantastici, con interpretazioni eccezionali come Rod Steiger e James Coburn, si uniscono ad attori italiani di stampo teatrale come Romolo Valli e Sergio Graziosi per dare vita ad un film epico. E’ sicuramente il film più politico di Leone, trattando la rivoluzione messicana, ma non mancano riferimenti a temi più intimisti come l’amicizia e la famiglia. Memorabili le musiche del geniale Morricone, le quali sono un tutt’uno con la pellicola, indissolubili. Film unico, atipico a suo modo geniale.

Al terzo posto IL CACCIATORE DI MICHAEL CIMMINO uscito nel 1978, altra pietra miliare sull’ orrore del Vietnam, visto questa volta dalla parte di immigrati russi trapiantati in America. Il film tratta il tema dell’amicizia e dell’amore in modo sapiente, senza retorica. Diviso praticamente in due parti, dove la gioia di un matrimonio e dell’amicizia tra i protagonisti viene annientata dalla guerra del Vietnam che porta via tutto e tutti. Eccezionali gli interpreti Robert De Niro, Meryl Streep, Christopher Walken, e John Cazale. Film di grande impatto emotivo, dove la famosissima scena della roulette russa tra De Niro ci emoziona ancora adesso. Grandissimo.

Al secondo posto C’ERA UNA VOLTA IN AMERICA DI SERGIO LEONE uscito nel 1984, il migliore del maestro Leone, girato con soldi di produzione americana, ma diretto in Italia a Cinecitta’ con manovalanza tutta italiana. Film che narra le vicende dell’amicizia e della scalata al potere malavitoso di due gangsters di origine ebraiche, Robert De Niro e James Woods che si interrompe per la messinscena ordita da uno dei due che fingendosi morto ucciso dalla polizia, fa credere all’altro la colpa dell’accaduto, lo spinge ad un rimorso perpetuo, privandogli anche dell’amore della sua amata. Il film si avvale dell’interpretazione anche di altri grandi attori quali Joe Pesci, Danny Aiello, Tuesday Weld, Jennifer Connelly e Burt Young. Come per tutti i film di Leone le musiche sono di Ennio Morricone. Film perfetto per tecnica, recitazione, fotografia. Capolavoro assoluto.

Al primo posto IL PADRINO 1 E 2 DI FRANCIS FORD COPPOLA usciti rispettivamente nel 1972 e 1974 films che hanno segnato un’epoca. Che dire di più di quello che si e’ già detto su questi capolavori? Marlon Brando, Al Pacino, Robert De Niro, James Caan, Robert Duvall, Diane Keaton, Lee Strasberg, John Cazale attori che hanno recitato in maniera perfetta. Films che narrano le vicende della famiglia mafiosa dei Corleone, dramma shakespeariani nella sostanza, epici tragedie greche nella forma, capolavori assoluti, films che si studiano nelle scuole di cinematografia di tutto il mondo. Le musiche sono del grande maestro italiano Nino Rota, celeberrima la canzone tema del primo film. I due films si avvalgono della recitazione di alcuni nostri bravi attori nostrani, come Gastone Moschin, Leopoldo Trieste, Saro Urzì e Corrado Gaipa, anche perché molte parti sono state girate in Italia, con scene effettuate in Sicilia. Coppola ha diretto anche una terzo film IL PADRINO 3, decisamente minore rispetto ai primi due, ma comunque valido anch’esso. Dopo tanti anni il fascino di questi films risulta inalterato, assolutamente da vedere per le nuove generazioni. Speriamo di aver fatto la scelta giusta e magari avere stuzzicato per alcuni la buona idea di andarseli a vedere, magari acquistando un dvd e goderseli a casa propria, buon visione a tutti.

by Genny e Olly

CHERRY PIE di Dale Cooper

Twin Peaks, il ritorno Il grande ritorno della creatura di David Lynch e Mark Frost è stato lanciato così, con poco indizi che hanno scombu...