giovedì 24 ottobre 2013

LE DIECI MIGLIORI SERIE TV



Ora dedichiamo la nostra attenzione alle migliori serie TV, degli anni 70-80-90. La scelta è stata fortemente influenzata dalla comune passione per la fantascienza, per cui troverete molti titoli del genere ma degni di far parte di un’ipotetica classifica dei primi dieci.

Al decimo posto IL PRIGIONIERO, trasmesso la prima volta in Italia nel 1974, prodotta in Inghilterra tra il 1967 e 1968, è un’ originalissima serie formata da diciassette episodi, di ispirazione spy story narra le avventure di un ex agente segreto inglese che stanco della sua vita decide di dare le dimissioni ma i suoi capi non credendo a questa versione lo rinchiudono in uno strano villaggio dove le persone che vi abitano sono identificate non da nomi ma da numeri, dove lui cercherà a più riprese di evadere. Filmata in un vero villaggio vacanze del Galles in stile neopalladiano . Ideatore e principale interprete della serie è il grande attore Patrick Mc Goohan. La serie oltre che della estrosa location si avvale di costumi e scenografie originali, molto colorate e di impatto. Questa serie è diventata un vero cult per gli appassionati soprattutto per le atmosfere visionarie e oniriche che si gustano per tutte le puntate, da brividi i famosi “Rover palloni” che vengono usati per eliminare o catturare i fuggiaschi. Serie bizzarra e originalissima.

Al nono posto MORK E MINDY trasmesso la prima volta in Italia nel 1979 è una serie tv americana prodotta per quattro stagioni tra il 1978 e 1982 per un totale di 94 episodi. Recitata da Robin Williams e da Pam Dawber , narra le vicende di un extraterrestre del pianeta Ork, di nome MORK giunto sul nostro pianeta a bordo di un’astronave a forma di uovo, che vive il nostro quotidiano, con spassosissime disavventure di ogni genere aiutato in questo dalla sua amica MINDY. Si creano tantissimi spunti di puro umorismo impreziosito dalla bravura dell’attore Williams. Famosissima la canzoncina Nano Nano, sigla dell’edizione italiana.

La serie tv si ricorda per le battute fulminanti e per un’ironia che non stanca mai.

All’ottavo posto NERO WOLFE trasmesso la prima volta nel 1969 , per tre stagioni fino al 1971, per un totale di 10 episodi, e’ considerato ancora adesso un classico del genere giallo. Serie prodotta dalla RAI , si avvale della magistrale interpretazione del grande attore italiano Tino Buazzelli. Le indagini condotte dal mastodontico misogino investigatore vengono eseguite con l’aiuto dell’aiutante Archie Goodwin, interpretato dall’altro grande attore Paolo Ferrari. La serie tratta dai romanzi del romanziere giallo Rex Stout e’ ambientata negli Stati Uniti ed e’ caratterizzata oltre che dalla ricerca dell’assassino di turno anche da un grande sottile umorismo merito degli attori che caratterizzano i personaggi. Nero Wolfe, oltre per la sua grande intelligenza è ricordato per la sue grandi passioni, la cucina e le orchidee, spalleggiato dal suo maggiordomo, chef e amico tuttofare Fritz Brenner interpretato da Pupo De Luca. Di questa serie ricordiamo sempre l’interpretazione che da’ Buazzelli del personaggio Wolfe, burbero, bisbetico ma grandiosamente simpatico.

Al settimo posto ATTENTI A QUEI DUE trasmesso la prima volta in Italia nel 1974 , serie di ventiquattro episodi, prodotti in Inghilterra tra il 1971 e 1972, narra le vicende di due amici-nemici interpretati dall’inglese Roger Moore e dall’americano Tony Curtis, diversissimi tra loro per carattere e natali, che si trovano coinvolti in storie poliziesche anche per colpa di un giudice in pensione, il quale li coinvolge in pericolose indagini. La serie come abbiamo visto si avvale di due mostri sacri quali Moore e Curtis che in tutti gli episodi pur con qualche screzio si aiutano a vicenda per risolvere i casi. Roger Moore interpreta il ruolo dell’aristocratico inglese Brett Sinclair, mentre Curtis interpreta il personaggio di un grande uomo d’affari americano Danny Wilde. I due si integrano a meraviglia dando alle storie un humour e un glamour impagabile. Altrettanto famosa la sigla scritta dal grande John Barry . serie di cult, che anche a distanza di tanti anni si vede e si gusta magnificamente.

Al sesto posto HAPPY DAYS trasmesso la prima volta in Italia nel 1977 di produzione americana, composta da undici stagioni per un totale di 255 episodi, è stata per la nostra generazione un vero mito. Le vicende di casa Cunningham sono diventate per noi anche le nostre vicende. La serie ambientata negli anni cinquanta è ammantata di gioiosa spensieratezza, e le vicende narrate ci danno grande divertimento e gioia. Che dire degli attori che hanno interpretato la serie per tanti anni , il mitico “Fonzie” interpretato da Henry Winkler dà alla serie la simpatia e l’armonia richiesta, Richie Cunningham, “Potsie”, “Ralph” interpretati rispettivamente da Ron Howard, Anson Williams e Danny Most danno un contributo magnifico alle vicende narrate. Infine un grande plauso a mamma e papà Cunningham interpretati da Tom Bosley e Marion Ross. Serie che ricordiamo con grande affetto e malinconia per i nostri giorni felici. Da ricordare, infine, la mitica sigla Happy Days, cantata dal cast e dall’attore Ron Howard passato successivamente dietro la macchina da presa diventando uno dei più bravi registi contemporanei.

Al quinto posto LE INCHIESTE DEL COMMISSARIO MAIGRET, trasmesso la prima volta dal 1964 al 1972 per quattro stagioni per un totale di 35 episodi. Tratto dai romanzi di Georges Simenon ambientati in Francia, ma di produzione italiana la serie si avvale per l’interpretazione del commissario Maigret di uno dei più grandi attori italiani di tutti i tempi: Gino Cervi. Da solo riempie la scena dando al suo personaggio uno spessore, un’umanità del tutto unica, tanto che lo stesso Simenon ha ribadito più volte che l’attore che ha interpretato meglio di tutti il personaggio di Maigret è stato: Gino Cervi. Nella parte della moglie del commissario abbiamo un’altra grande interprete : Andreina Pagnani, che dà un’impronta nuova al personaggio, migliore addirittura dei romanzi. La serie si avvale in veste di sceneggiatore e produttore del nostro inimitabile Andrea Camilleri, e tra gli attori che nel corso degli anni hanno recitato nella serie una menzione speciale spetta a Gian Maria Volontè, nell’episodio “Una vita in gioco”, gareggia in bravura con Cervi, splendidi entrambi. Tra le varie sigle ricordiamo quella cantata da Luigi Tenco, “Un giorno dopo un altro” struggente e bellissima.

Al quarto posto UFO trasmesso la prima volta in Italia nel 1971, la serie consta di ventisei episodi prodotti in Inghilterra tra il 1969 e 1970 , ambientata in un prossimo futuro e’ ancora adesso considerata una serie cult. Trasmessa la prima volta all’interno del contenitore “La TV dei ragazzi”, nel corso degli anni ha aumentato il numero dei fans. Ancora adesso si organizzani convention per celebrarla. Serie di fantascienza narra le vicende di un’organizzazione segreta che combatte un’invasione aliena perpetuata ai danni del nostro pianeta. L’organizzazione chiamata SHADO si avvale di tutti i migliori e tecnologici mezzi (sottomarini,aerei,velivoli lunari e quant’altro) messi a disposizione da tutte le nazioni mondiali per combattere e distruggere i dischi volanti che con un certa frequenza arrivano sulla terra per rapire gli abitanti e portarli sul loro pianeta di origine con lo scopo di trapiantare i nostri organi interni con i loro. A capo dell’organizzazione c’è il freddo, calcolatore tenente Ed Straker, interpretato dall’attore americano Ed Bishop, collaborano con lui il colonnello Alec Freeman, interpretato da George Sewell e dal bel tenebroso colonnello Paul Foster interpretato da Mike Billington. La serie prodotta dai coniugi Gerry e Sylvia Anderson risente moltissimo delle atmosfere della swinging London degli anni sessanta, con costumi e scene molto glamour e velatamente erotiche. Serie cult per eccellenza.

Al terzo posto X- FILES trasmesso la prima volta in Italia nel 1994, consta di nove stagioni per un totale di 202 episodi, la produzione è americana. Narra le vicende di due investigatori dell’FBI Dana Scully e Fox Molder interpretati rispettivamente da Gillian Anderson e David Duchovny, i quali fanno parte di un nucleo speciale che si interessa di casi non proprio convenzionali. Nel corso delle loro indagini scoprono un complotto ordito da gruppi governativi deviati e da alieni per l’invasione del nostro pianeta. La serie oltre che di fantascienza offre altre chiavi di lettura, esplorando temi di occultismo, fenomeni paranormali e sfociando talvolta anche nell’horror. Oltre che della serie TV sono stati girati due film per il grande schermo, a dimostrazione di un grandissimo successo. La caratteristica principale degli episodi è data dalla loro credibilità pur trattando temi alquanto anomali e bizzarri. Nel corso degli anni ricordiamo gli altri protagonisti della serie che si sono succeduti, il capo di Molder e Scully Walter Skinner interpretato da Mitch Pileggi, e l’agente John Doggett interpretato da Robert Patrick che nelle ultime stagioni ha sostituito il protagonista Duchovny.

Al secondo posto STAR TREK SERIE ORIGINALE trasmesso la prima volta in Italia nel 1979, prodotta per tre stagioni negli Stati Uniti tra il 1966 e 1969 per un totale di 79 episodi. Serie creata da Gene Roddenberry, con la sua visione ottimistica del futuro dell’uomo, narra le vicende dell’astronave Enterprise nel ventitreesimo secolo, alle prese con la sua missione di scoprire nuovi mondi e nuove civiltà arrivando dove nessuno è mai giunto prima. Che cosa si può dire di più di quello che si è già detto di questa leggendaria serie, non è solo tv ma una vera e propria filosofia di vita, con il futuro dell’umanità libero da pregiudizi, fame, dolore, tutto impegnato al progresso della pace non più sulla terra stessa ma per tutta la galassia. I protagonisti della serie sono il celebre equipaggio della nave stellare capitanata da James T. Kirk, interpretato dall’attore canadese William Shatner, dal suo fido amico e secondo Mister Spock, alieno del pianeta Vulcano interpretato da Leonard Nimoy, il celebre dottor McCoy interpretato da De Forrest Kelley, dal capo ingegnere Scotty, dal pilota Hikaru Sulu, dal timoniere Pavel Chekov e dal capo comunicazioni Uhura interpretati rispettivamente da James Doohan, George Takei, Walter Koenig e Nichelle Nichols. Successivamente sono stati prodotti altre cinque serie ambientate nell’universo di star trek, e dodici film per il grande schermo. Un vero mito che non invecchia mai, vera icona del ventesimo secolo, cult immortale.

Al primo posto SPAZIO 1999 trasmesso la prima volta in Italia nel 1976, prodotto per due stagioni in Inghilterra tra il 1973 e 1976 per un totale di quarantotto episodi e’ prodotta dalla coppia Gerry e Sylvia Anderson che hanno prodotto anche la serie UFO. Narra le vicende della base lunare ALPHA, che dopo un cataclisma che ha proiettato la nostra luna al di fuori del nostro sistema solare è costretta con i suoni trecento abitanti a vagare per lo spazio alla ricerca di un nuovo pianeta per cominciare una nuova vita. La serie si è avvalsa per l’epoca di grandi effetti speciali che la rendono ancora oggi godibile e piena di fascino. Protagonisti principali sono il comandante della base John Koenig e la dottoressa Russell interpretati dalla coppia anche nella vita all’epoca dei telefilm di Martin Landau e Barbara Bain, coadiuvati nelle due serie prima dal brillante scienziato Victor Bergmann interpretato dall’attore britannico Barry Morse e poi dall’aliena Maya, interpretata dalla bellissima attrice ungherese Catherine Shell, che nel corso degli episodi può mutare il suo aspetto in qualsiasi essere vivente. La serie, soprattutto nella prima stagione è caratterizzata da sceneggiature perfette, che trattano vari temi, dall’immortalità, all’esistenza di Dio, dando un’impronta originale e mai banale alla serie. Per tutti questi motivi resta la serie TV cult per eccellenza.

Tutte le serie TV che abbiamo inserito in questa classifica sono stati tutti distribuite in dvd, per cui chi volesse vederle ed apprezzarle può facilmente e tranquillamente reperirle. Buona visione.

PACCHERI CON PATATE COZZE E PROVOLA

2 kg di cozze, 3 patate medie (circa 150 gr ciascuna) , aglio, olio evo, sale, pepe, prezzemolo, 250 gr di provola tritata o gratt...