domenica 20 ottobre 2013

MACARONS RICOTTA E PERA



Vi siete mai chiesti qual'è il meccanismo per cui ci si interessa alle tradizioni culinarie altrui e magari si vuole pure provare a casa propria a ricostruire quella tal ricetta che sappiamo essere radicata in una tradizione ed in un territorio che non ci appartengono?
Io penso che sia il desiderio di accrescere i propri orizzonti culturali, perché la cucina è cultura del territorio e perché non c'è nulla che parli di un popolo quanto la sua tavola.
Qualcuno sosterrà che è la cultura della banalizzazione, che è la globalizzazione che galoppa e che ci ha ormai totalmente abbacinati. Per me, invece è un viaggio stimolante, un'occasione ghiotta (anche letteralmente parlando) per raccontare agli altri di terre lontane, che mai forse potremo vedere. La si prenda come si vuole, ma quale altro modo altrettanto tangibile escogitereste voi per viaggiare senza muovervi di casa?
Insomma la cucina come metafora del viaggiare.
Continuando il mio viaggio, oggi sono approdata in Francia ed ho provato a realizzare dei dolcetti tipici francesi "i macarons". Confesso che l'imput mi è stato dato da Maddalena la quale durante una vacanza parigina ha scoperto queste delizie e sembra se ne sia innamorata quindi "ubi maior minor cessat"..........
.......diamoci da fare.
In rete ci sono numerose ricette ma poichè da tempo seguo Paola ho voluto sperimentare questa
http://www.leitv.it/i-dolcetti-di-paola/ricette/macarons-ricetta-originale-francesi/, ho cambiato solo la farcitura e li ho accoppiati con una crema di ricotta, scaglie di cioccolato bianco e confettura di pere, insomma dei macarons ricotta e pere......o quasi.
Come primo esperimento mi do un 7 poi vedremo.