martedì 1 ottobre 2013

PATATA AMERICANA ALLA FONTINA



La patata dolce, conosciuta anche come patata americana e meno comunemente come batata (Ipomoea batatas ) è una specie appartenente alla famiglia delle Convolvulaceae, coltivata nelle regioni tropicali per i suoi rizotuberi commestibili, dolci e ricchi di amido.

Nonostante il nome diffuso di patata dolce o americana, il rapporto con le patate comuni è minimo, in quanto queste ultime appartengono alla famiglia delle Solanaceae, come i pomodori.

L'Ipomoea batatas è una pianta erbacea perenne che presenta foglie lobate o palmate a fillotassi alterna. I fiori sono gamopetali di medie dimensioni. Il colore della buccia del rizotubero varia dal rosso al viola, dal marrone al bianco a seconda della varietà; così come la polpa che varia dal bianco al giallo, all'arancio o al viola.Origine e distribuzione
La specie è nativa delle aree tropicali delle Americhe dove la coltivazione era già praticata 5000 anni fa. Si diffuse in modo rapido in tutta la regione, Caraibi inclusi. Importata dopo la colonizzazione delle Americhe, si diffuse in Europa e anche in Asia, dove la sua presenza in Cina era documentata già nel tardo XVI secolo. Le patate dolci erano conosciute anche in Polinesia prima delle esplorazioni da occidente. Come esattamente la specie sia arrivata sino in Oceania è l'oggetto di un vivace dibattito che coinvolge osservazioni archeologiche, linguistiche e genetiche.[1]

Più del 95% della coltivazione della Ipomoea batatas è prodotta nei paesi in via di sviluppo, dove rappresenta il quinto alimento base[2]. Si utilizzano di norma i rizotuberi della pianta che vengono cucinati bolliti, fritti o al forno. Sono industrialmente utilizzati anche per l'estrazione di amido, alcol e per la produzione di farine. Anche le foglie ed i giovani germogli sono commestibili.
Altri usi non culinari comprendono:
la produzione di coloranti. In Sud America il succo delle patate dolci di colore rosso combinato con il succo di lime viene impiegato come colorante per i tessuti.
produzione di mangimi. Tutte le parti della pianta vengono impiegate come mangimi per animali.
in molte zone d'Italia la patata dolce viene fatta germogliare a scopo ornamentale, annegando il rizotubero in acqua.
fonte Wikipedia.
IN cucina si consuma come le altre patate anche se la cottura ideale è al cartoccio.
Per la mia preparazione ho utilizzato una patata da 500 gr circa, 200 gr di fontina, sale, olio evo.

Lavare bene la patata avendo cura di strofinare la buccia affinchè si eliminino tutti i residui di terra.
Asciugarla bene e poi massaggiarla per tutta la superficie con sale ed olio, sistemarla in un foglio di carta alluminio, adagiarla su una teglia da forno, chiudere la carta e cuocere in forno caldo a 180° per circa un'ora.
Dopo aprire la carta, incidere la patata sulla superficie e praticare una cavità, salare sia l'interno della cavità che la polpa ricavata dal taglio e rimettere il tutto di nuovo in forno ancora 15 minuti, stavolta senza chiudere la carta, infine riempire la cavità con la fontina e ripassarla in forno il tempo necessario per far sciogliere il formaggio, servire calda.