domenica 22 marzo 2015

CROSTATA CON CREMA E FRAGOLE

Frolla allo yogurt:
200 GR farina,
100 GR burro,
100 GR zucchero,
125 ml yogurt alla vaniglia, (oppure 2 tuorli)
1 cucchiaino da caffè di lievito per dolci.
CREMA:
250 ml latte,
2 tuorli,
80 GR zucchero,
40 GR farina,
qualche goccia di aroma limone.
250 GR di fragole,
Gelatina cameo.
confettura all'albicocca.

Mettere la farina sulla spianatoia e fare la fontana,  unire al centro tutti gli ingredienti della frolla ed impastare velocemente, ottenere un impasto compatto e morbido.
 Foderare con carta forno una teglia di 24 cm circa, stendere la frolla e adagiarla nella teglia fino a ricoprire anche il bordo. Mettere sul fondo un foglio di carta alluminio e ricoprirlo con fagioli secchi, serviranno a non far gonfiare la pasta. Cuocere in forno già caldo a 200° per circa 15 minuti poi togliere la carta con i fagioli e lasciare cuocere ancora una decina di minuti.
Intanto preparare la crema, in un tegamino mescolare uova e zucchero, aggiungere la farina, l'aroma e il latte fino ad ottenere una crema liscia, porre il tegamino sul fuoco lento e lasciare cuocere finché si rapprende, allontanarla dal fuoco e lasciarla raffreddare in una terrina coperta con pellicola a contatto.
La crema si può anche preparare mettendo a scaldare il latte,a parte in una terrina si mescolano gli altri ingredienti ed appena il latte accenna al bollore ci si unisce la crema ottenuta ed in pochi istanti si rapprende.
Lavare le fragole, asciugarle e tagliarle a fette sottili, disporle su un piatto e spolverizzarle con zucchero al velo e irrorarle con  limoncello, lasciarle macerare qualche minuto.
Quando tutti gli elementi della torta sono pronti e freddi comporre la crostata.
Disporre il contenitore di frolla su un vassoio, ricoprire la superficie con un velo di confettura, versare la crema, disporre le fragole a raggiera ed infine lucidare con la gelatina (seguendo le istruzioni sulla bustina). Metterla in frigo per qualche ora prima di servirla.

Nessun commento:

Posta un commento

IL TORRONE DEI MORTI. O MURTICIELL

 Nella tradizione italiana ogni ricorrenza, sia essa religiosa che laica, ha un piatto tipico, spesso un dolce che la caratterizza. For...