mercoledì 12 ottobre 2016

PANE E PEPERONI


Il pane con i peperoni è un classico della cucina del riciclo.
La tradizione culinaria campana fonda le sue basi proprio sul riciclo e sulla filosofia del "non sprecare".
Così accade che l'elemento onnipresente sulle tavole, il pane è spesso quello maggiormente avanzato e quindi molto riciclato.
Dogma principale delle mamme partenopee "il pane è sacro e non si butta", anche raffermo o "SRTICCIO" può diventare protagonista di piatti gustosi .
Uno tra tanti "pane e peperoni", semplice ma da leccarsi i baffi.
 I napoletani integralisti si procurano i "peperoni per la padella", dalla polpa più fine, li lavano e li tagliano a listarelle e poi li friggono in una padella con olio, aglio, olive nere e capperi.
I napoletani più "salutisti" si procurano i "peperoni da arrostire", molto grandi e dalla polpa spessa, li lavano e li arrostiscono, poi li spellano e successivamente li tagliano a listarelle  e li ripassano in padella con aglio, olio, capperi e olive.
Io ho utilizzato delle olive bianche ed un trito di prezzemolo, basilico e rosmarino freschi.
Solo alla fine della preparazione dei peperoni  tagliano a dadini il pane raffermo, lo tostano su una piastra  lo uniscono ai peperoni, mescolano qualche minuto per accorpare tutti i sapori e poi....tutti a tavola alla ricerca del pane, perchè alla fine re "puparuol" poco importa,

Nessun commento:

Posta un commento

PACCHERI CON PATATE COZZE E PROVOLA

2 kg di cozze, 3 patate medie (circa 150 gr ciascuna) , aglio, olio evo, sale, pepe, prezzemolo, 250 gr di provola tritata o gratt...